mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeCronacaMotori caldi per la 66^ Monte Erice

Motori caldi per la 66^ Monte Erice

Era il 1954 quando Pasquale
Tacci su Alfa Romeo 1900 Ti, vinceva la prima cronoscalata Monte Erice.

Oggi, settant’anni dopo, per
l’edizione numero 66 sono 254 i
piloti che hanno completato l’iscrizione
alla competizione in programma sabato 27 per le ricognizioni e domenica 28 aprile, con partenza da Valderice e arrivo a Erice per le due gare di campionato italiano Supersalita e campionato italiano velocità salita auto storiche.

Per Giovanni Pellegrino, presidente dell’Automobile Club Trapani,
organizzatore della 66a edizione della Cronoscalata Monte Erice
La Monte Erice è un punto essenziale affinché le cronoscalate vengano
definite tali” e in questo nuovo Campionato ci sarà anche la Super Salita.Un appuntamento che coinvolge tutto il territorio (quest’anno arricchito dal patrocinio del Comune di Paceco): oggi, come ieri, infatti, in piazza Vittorio Emanuele a Trapani si terranno le verifiche mentre al campo “Mancuso”, oggi pomeriggio alle 19, di terrà la partita di calcio di beneficenza tra la Nazionale piloti Velocità Montagna e una selezione locale composta dai protagonisti del mondo della “Legalità”.

Per Francesco Stabile, sindaco di Valderice e pilota: “ Questa è un’edizione particolare, perché inaugura il campionato Super Salita, con al via tutte le migliori auto che sfrecceranno su questi tornanti. Questa gara è un evento nell’evento, capace di coniugare la sana passione sportiva con la promozione del territorio e le sue bellezze e quest’anno avrò il piacere di esserci, per il sesto consecutivo, nella doppia veste di sindaco e pilota

La Monte Erice permette di veicolare il turismo e l’immagine del territorio – spiega Giovanni Pellegrino -. Quest’anno la Monte Erice accende i motori e gli sforzi organizzativi sono immani. Ma abbiamo dalla nostra la serenità, dettata dalla consapevolezza di ciò che possiamo offrire, lavorando anche in sinergia con il Comune di Erice che vuole candidarsi a capitale europea dello sport 2027. E, in
quest’ottica, la Monte Erice c’è”.

Questa competizione è un appuntamento imperdibile che richiama ad Erice visitatori, sportivi e appassionati – commenta Daniela Toscano, sindaca di Erice -. La Monte Erice è anche un forte momento di comunità, di aggregazione e di promozione del territorio, con le nostre bellezze naturali e i luoghi simbolici del nostro borgo. Il comune denominatore è la passione, la stessa che accomuna organizzatori e amministratori”.

Quest’anno vedremo al via tanti piloti con tantissime vetture nuove – spiega Fabrizio Fondacci, direttore di gara -. Sarà un’edizione fantastica” che inizierà dalle ” verifiche annuali a piazza Vittorio Emanuele a Trapani” .

Sabato mattina avremo la chiusura della strada alle 6.30 e chiedo al pubblico di rispettare gli orari. Alle 8 il via alle prove ufficiali con la prima manche delle Bicilindriche, per proseguire con il Civm, le Storiche e il Super Salita. A seguire subito gara-1 del Civm e poi la seconda prova delle altre classi. Domenica partiremo con gara-2 del Civm, quindi, si terrà gara-1 e gara-2 di Bicilindriche, Storiche e Super Salita.”

I duecentocinquantaquattro driver pronti a partecipare all’evento (tra cui anche l’attore Ettore Bassi, che sarà allo start su Wolf GB 08 e con i colori della Palermitana
MADRID) organizzato da AC Trapani che ha anche validità di Civm e campionato siciliano, sono pronti per dare gas sui 5.730 metri che separano Valderice da Erice in uno dei panorami più suggestivi d’Italia, così distribuiti: 147 i piloti parteciperanno al Campionato Supersalita, 24 gli iscritti al Campionato Italiano Velocità della Montagna, 10 al Campionato Le Bicilindriche e 73 al Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche.

Alla kermesse parteciperà anche Gianluca Tassi, pilota disabile e che nei giorni scorsi ha incontrato le scolaresche di Trapani.

Attesissimo e super favorito il pluricampione italiano ed europeo Simone Faggioli anche se la tifoseria locale sarà tutta per l’Osella in versione PA 20 dello storico Rocco Aiuto.

Ma ci saranno anche tante nuove leve come il 21enne nisseno Andrea Di Caro e il valdericino Giuseppe Bonfiglio (Citroen Saxo Vts) che nel solo 2023 ha calcato il podio tantissime volte in tutta la Sicilia, due per tutte, il 1° posto di classe RS 1.6 Campionato Siciliano 2023, ed il primo di classe RS 1.6 TIVM sud 2023.

 

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments

Patrizia Lo Sciuto on Aumento TARSU: di chi è la colpa?